Paura e delirio a Scopello

On 16/08/2017 by alecascio

20770156_10155465808601217_2500922540813595871_n

 

1. Tanto alcol che se sbatto le nocche e faccio scintille prendo fuoco.
2. Concerto reggae di gruppo famoso che non conoscevo e al quale ho pressapoco gridato per tutto il tempo che avevano la mamma zoccola e di andare a sucare. Il reggae a me non piace e dovevo esprimerlo.
3. “Scusa, ragazza, posso ballare di fronte a te che è da mezz’ora che ti ballo dietro e sta cosa mi sembra volgare?”
Perchè anche nel mondo delle droghe abbiamo un nostro codice d’onore.
4. Io, Barbara e uno scozzese seduti a parlare di fisica quantistica, psicologia e biologia.
5. Non era erba ma fumo buono. Poi c’era (censura), del (censura) e una quantità spropositata di (censura)
6. Amica fa bagno al mare, lei tranquilla, mare calmo, noi fattissimi e presi da isteria collettiva scatenata da donna con trecce (fattissima anche lei) entriamo in allarme perchè amica sta annegando. Non sta annegando in realtà, siamo noi che siamo fatti e pronti a toglierci tutto per andare a salvare una persona che non ha assoluto bisogno di essere salvata. Nessuno si butta. Tanto amore ma non concretizzato. Ragazza torna a riva con calma. Noi ci rendiamo conto che abbiamo fatto e pensato cose prive di senso ma in comunità, come una vera famiglia.
7. Donna artista di strada fa pipì con me, mi racconta una parte della sua storia e poi scoppia a piangere di fronte a perfetto sconosciuto, che sarei io. “Tu mi fai una insana simpatia” mi dice.
8. Ragazzi di Varese, lei bionda lui moro, vengono da noi per una canna e li accogliamo come due di famiglia. Innamorati della Sicilia urlano amore per la nostra terra e per noi fin quando lui in preda al fumo non si spoglia e crolla. Non aveva mai fumato in vita sua e voleva provare l’ebrezza. No, non la regge.
9. Migliore amico dà anello di fidanzamento alla sua donna, lui finge di averlo trovato in mare. Lei crede davvero che lo abbia trovato in mare anche se sopra c’è scritto il suo nome e una frase che usa ripetere spesso. Discorso assurdo su come sia impossibile trovare in acqua, a quell’ora, un anello col suo nome e una frase che proprio lei scrive sempre nei suoi status. Abbiamo dovuto spiegarle le cose come stavano, oppure forse lei ci ha trollati prima. Comunque sia, a dono di anello segue più di un’ora di discorsi senza senso. Io e il mio migliore amico a un certo punto entriamo in connessione simbiotica. Lui in silenzio, io dico a lei tutto quello che lui vorrebbe sentirsi dire, ci azzecco, lei parla con lui ascoltando le mie frasi che anche se hanno il suono della mia voce sono in realtà pensieri del suo fidanzato che si è interconnesso con il mio cervello tramite un processo biochimico innescato dalle droghe.
Fate certi regali da sobri voi che potete e mai in presenza di amici o amiche allucinati da qualcosa presa in fretta da qualcuno di passaggio.
10. Teoria vuole che ci siano due città di Scopello, una a Palermo e una a Trapani. Noi dovevamo andare a Scopello di Trapani. Ovviamente non ci sono due Scopello, non avrebbe senso chiamare con lo stesso nome due paesini di mare a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro. Ma noi crediamo che sia così fin quando alle otto del mattino il ragazzo con la maglietta nera ci dice che siamo matti.
11. Paolo arriva a destinazione, ma non ha idea di come ci sia arrivato e di chi ce l’abbia portato. Cominciamo a indagare, supporre, teoria del complotto, alieni, non arriviamo a nessuna conclusione.
Gli dico: “Paolo, sveglia, tu non sei qui sei altrove, è un’allucinazione”
Mi dice con occhi sgranati: “Come un’allucinazione?”
12. Tendopoli di due chilometri in spiaggia, tipo Favelas ma con l’anima di Woodstock.
13. Tanto amore, tutti amici, sconosciuti e non, nessuna rissa, niente, solo affetto reciproco.
14. Lui dice a lei: “Sai amò, una ragazza mi ha appena spento la sigaretta sul collo”. Lui ha praticamente un buco sotto il pomo di Adamo, lei lo sgrida per non aver reagito.
15. Ballo mezz’ora con una ragazza con armonia e ritmo, con sorrisi e frasi divertenti credendo che sia la rasata della tenda accanto per poi scoprire che non era lei una volta arrivato alla tenda e di aver ballato con una che non so chi sia: se mi leggi, ero io.
16. Ragazzo intorpidito mi sussurra che è sballato. Gli dico che tutti lo siamo e che dovrebbe esternare il suo sballo facendo e dicendo cazzate altrimenti è come comprare una Ferrari per arredare un posteggio. Ragazzo intorpidito si siede e mi racconta di quanto gli manchino i suoi amici. Non era quello che intendevo.
17. Ragazza mora mi chiede di un mio libro in particolare scritto venti anni fa, mi domanda di cosa parli e io comincio a balbettare, a inventarmi qualcosa ma dopo tanti giri di parole ammetto che non me lo ricordo, che non ne ho la minima idea, che c’ho come un vuoto di memoria enorme.
18. Ragazza di fronte a me balla e si scatta 25 selfie, è così ubriaca che non si accorge che in ogni scatto ci sono io accanto a lei a fare facce strane e cose insane. Se ne accorgerà oggi, non sarà un bello spettacolo.
19. Otto e mezza del mattino, è come se qualcuno avesse spinto il pulsante dell’autodistruzione e non sapessimo come disinnescarla.
20. Sondaggio culturale sul vero senso della festa di ferragosto.
Teorie:
Festa della droga.
Festa dell’annunciazione.
Festa del fuoco.
Della fica.
Festa dell’Estate.
Non è una festa.
Ferragosto vuol dire metà di Agosto quindi si festeggia la fine della stagione estiva che però finisce a Settembre ormai, coi voli Low Cost, con il caldo che si prolunga, con gli Hotel che abbassano i prezzi, quindi è una festa obsoleta.
Festa della liberazione da qualcosa tanto tempo fa.
Festa dell’Assunzione.
Sbalorditi tutti dall’ultima risposta.
21. Nove del mattino, foto di gruppo in trenta forse, di fronte al mare del paese di origine della mia famiglia. “Forte” dico, “stampiamola e man mano che muoriamo ci cerchiamo con un pennarello rosso”. La battuta non riscuote tanto successo.
22. Signora con cane passeggia di fronte a noi, bionda e abbronzata, Francesco mi chiede a quale categoria appartenga.
“E’ una MILF credo”.
“Non è una Coguar?”
“Se non ha figli forse, comunque è scopabile ma si avvicina a una Granny”
All’imbarazzo di lei ci rendamo conto di non aver parlato sottovoce, che la donna era a due metri e mezzo di distanza e che il nostro comizio sulla signora porno lo avevano sentito fino a Castellamare.

P.S. Tutto ciò che avrebbe potuto rendere questo scritto oggetto di persecuzione penale è stato omesso per evitare problemi legali e/o sanzioni pecuniarie.

AC – 22 punti a caso di un ferragosto illegale

Comments are closed.