Brumotti, gli spari e le sconcertanti reazioni del web

On 05/12/2017 by alecascio

frerredeedfffgfdfg

 

Brumotti di Striscia la Notizia va in un quartiere di Roma in cui si spaccia con tranquillità, nessuno fa nulla, omertà dappertutto, le forze dell’ordine se ne fregano. Feriscono il cameraman con un mattone e dei tizi incappucciati sparano tre colpi. Tante le reazioni nel web e per me, che a Roma ho studiato e sono cresciuto, vedere che molti romani parteggiano per la malavita è un brutto colpo. Ho preso solo due dei commenti assurdi di ragazze e ragazzi (giovani) per darvi un esempio del basso livello in cui ci troviamo oggi.
La reazione della prima ragazza è: “Brumotti, la prossima volta fatti li cazzi tua”.
Riceve like e applausi, risate generali. Romana, 25 anni. Parliamo di coca ed eroina.
Chiedo alla ciurma: “Fatemi capire, ma voi state con gli spacciatori?”
Mi insulta e mi blocca.  Non sono riuscito ad avere una risposta, ha subito reso il suo profilo privato e mi ha tagliato fuori.
La seconda lo chiama infame, i like aumentavano minuto dopo minuto e M.L. sotto, gli augura la morte in un modo tipicamente mafioso “devono farti la cravatta”. Non so come fossero finiti tra i miei amici, fatto sta che Roma oggi è anche questa. L’Italia oggi è anche questa. Si sta con la mala e ci si fa tatuare ACAB sull’addome.

«Mafia, ‘Ndrangheta e Camorra le distruggi con una tecnica semplicissima abbattendo l’ignoranza. Tanta gente ha paura ma oggi ci sono i social che possono aiutare a evidenziare situazioni di illegalità. Basta una segnalazione, un video, per sputtanare quella organizzazione e forse di lì arrivano le forze dell’ordine. Al momento giro con un megafono e strillo, … mi sono rotto le palle di andare in giro per le città e mentre mi alleno vedo situazioni che non posso far finta di non vedere».
V. Brumotti

Comments are closed.