Università dell’Iowa: le donne curvy sono le più felici e donano felicità.

On 24/06/2020 by alecascio

L’Università dell’Iowa ha condotto uno studio s’un campione di diecimila persone.
Da esso è emerso che la gente in carne è più felice e crea felicità.
L’ 89,7% di loro ha infatti superato brillantemente il test della felicità di J.H. Golden. Quel 10,3% d’infelici era a dieta o pesantemente influenzata da persone magre.
I ricercatori hanno scoperto che un ambiente di persone in carne era più allegro, vivace e positivo rispetto a uno con sole persone magre. Aggiungendo a un gruppo di persone in carne dei soggetti magri, infatti, il Q.H. (quoziente di felicità) dell’intero gruppo diminuiva fino a un massimo di 42 punti.
Il magro è stato quindi disegnato come una sorta di virus capace d’infettare le persone in carne.
Allo stesso modo, aggiungendo soggetti in carne a un gruppo di persone magre, il Q.H. di felicità del gruppo aumentava.
Nello studio non sono state considerate persone clinicamente obese, ma solo quelle in sovrappeso.
Nel 2014 lo studio fu condotto dal dottor V. Graham che cercò di capire l’interazione tra uomini normopeso e donne in sovrappeso e viceversa. Il Q.H. degli uomini si abbassava fino a 58 punti accanto a una donna magra o palestrata per alzarsi in presenza costante di una donna tonda. Se infatti la carica sessuale era inizialmente di poco più alta in presenza della donna magra, dopo un solo mese, quella nei confronti della donna in carne aumentava vertiginosamente.
Lo stesso test, condotto sulle donne, dava il medesimo risultato.
Anche in questo caso, lo studio rivelò che non solo i magri sono più infelici, ma creano infelicità.

- American National Science and Psychological Association (Iowa)

104977429_10158321324401217_1190935246328743639_n

 

Comments are closed.