Tel Aviv: morto il cantante dei Tokio Hotel Bill Kaulitz

On 17/08/2012 by alecascio

La notizia è di appena 40 minuti fa. L’agenzia Ansa riferisce che il cantante rock tedesco Bill Kaulitz, leader del gruppo dei Tokio Hotel è stato ricoverato in stato di coma presso il centro medico Shiba di Tel Aviv in seguito a una forte influenza.
Le prime notizie trapelate dall’agenzia della Sony BMG affermavano che il cantante si fosse presentato fin da subito in gravi condizioni.
“Subito dopo il suo ricovero, avvenuto alle 04.22″, afferma l’agenzia, “le sue condizioni si sono aggravate all’improvviso ed ha perso conoscenza. Al suo capezzale sono accorsi numerosi cantanti e personalità del mondo dello spettacolo locale”. Il cantante e il suo gruppo erano a Tel Aviv in occasione del concerto in favore della tolleranza “All United Religion” in onore della cantante Ofra Haza morta di AIDS nel 2000. Il portavoce del gruppo dei Tokio Hotel fa sapere che è partito un silenzio stampa che durerà fin quando non verrà fatta luce sull’accaduto. Voci di corridoio dicono che il cantante sia stato trovato già morto in seguito a un overdose di barbiturici e alcol, ma non ci sono fonti certe e neanche smentite. Bill Kaulitz si colloca tra quei ragazzi prodigio bruciati dalla fama e dalle droghe, i belli e dannati che percorrono forse troppo in fretta la Rue to perdition già percorsa da divi come James Dean, Jim Morrison, Jeff Bukley e Kurt Cobain. Il centro Shiba di Tel Aviv è stato accerchiato da numerosi fans riunitisi in preghiera e da una folla di curiosi. I Tokio Hotel erano già stati a Israele in occasione del loro tour mondiale del 2007. In quell’occasione Bill fu molto turbato dai tafferugli avvenuti e dalle minacce di morte pervenute ai membri del gruppo. “Ho visto un gruppo di ragazzi azzuffarsi tra loro nelle prime file, ma non capisci bene cosa accade giù quando sei sul palco a cantare. Quei ragazzi sono come noi, ma vivono situazioni disumane. Siamo contenti di essere venuti, nonostante tutto e speriamo di tornare ancora.”

Ansa.it

Bill Kaulitz è nato il 1° settembre 1989 a Lipsia, è il cantante e compositore dei testi del gruppo. Nel 2001, Bill e Tom incontrano Gustav, in occasione di un concerto a Magdeburgo. Gustav presenta loro Georg che conosceva dalla scuola di musica che frequentava. Insieme, i quattro formano un gruppo chiamato Devilish ed iniziano ad esibirsi in numerosi club di Magdeburgo e dintorni, in Germania. Per loro stessa ammissione il nome del gruppo non aveva un vero e proprio significato ma aveva soltanto un bel suono. Nel 2003 Bill Kaulitz partecipa al Talent-Show Star Search, dove arriva solamente secondo, e viene notato dal produttore Peter Hoffmann che inizia a far fare strada al gruppo attraverso numerose esibizioni. Nel 2004, i quattro ribattezzano il gruppo Tokio Hotel, nome che, secondo quanto da loro affermato[6], coniuga il nome della capitale giapponese, Tokyo, scelta perché città dinamica ed in espansione, con il termine Hotel, riferimento del fatto che l’attività professionistica li costringa passare gran parte del loro tempo appunto negli hotel. Quello stesso anno, il gruppo inizia a lavorare con un gruppo di produttori di Amburgo: il già citato Peter Hoffmann, Pat Benzner, Dave Roth e David Jost, che contribuiscono a rendere il loro approccio più professionale. Hoffmann presenta il gruppo a numerose case discografiche e finalmente la Sony BMG decide di mettere i Tokio Hotel sotto contratto. Prima dell’uscita della loro prima hit Durch Den Monsun, che scalerà tutte le classifiche in Germania e successivamente in altri Paesi, i Tokio Hotel ottengono un contratto con la Universal Music. I Tokio Hotel in concerto I Tokio Hotel si fecero conoscere nell’estate del 2005 quando in agosto venne pubblicato il loro singolo di debutto dal nome Durch Den Monsun, rilasciato inizialmente solo in Germania, Polonia, Austria e Repubblica Ceca, e che divenne un vero e proprio tormentone nelle radio tedesche e non. Quest’ultimo debuttò al 15° posto della classifica dei singoli più venduti ma riuscì ad ottenere il primo posto dopo soli 7 giorni. Nel settembre dello stesso anno uscì l’album di debutto della band dal nome Schrei (Urla). Successivamente uscì il secondo singolo, la titletrack Schrei, che bissa il successo del primo singolo. Il successo è tale che porterà i Tokio Hotel alla produzione di un DVD dal titolo Leb’ die sekunde – Behind the scenes che mostra la loro vita nello studio di registrazione e un’esibizione live. I quattro giovani intanto non perdono tempo e dopo pochissimo esce una seconda edizione dell’album Schrei che prende il nome di Schrei – So Laut Du Kannst, in cui vengono aggiunte famosissime hit quali Rette mich; questo fu seguito immediatamente da un secondo DVD dal nome Schrei Live che comprendeva come il primo un documentario del backstage (2006) e l’esibizione live a Oberhause Il 2007 è un anno di grandi cambiamenti, infatti, la Universal offre ai Tokio Hotel di incidere un album completamente in lingua inglese e di conseguenza il debutto per il gruppo in tutta Europa. Il 18 maggio 2007 viene rilasciato in tutto il continente il singolo di debutto internazionale Monsoon, versione inglese della hit tedesca Durch Den Monsun, che riscuote un successo inaspettato raggiungendo la 1° posizione delle classifiche di tutta Europa.

Potete acquistare i miei romanzi in libreria, su www.ebay.it, su www.ibs.it, www.lafeltrinelli.it, www.inmondadori.it o su www.libreriauniversitaria.it

Trovate TUTTI i miei libri editi e inediti solo su:

Touch and splat, il fumetto, edizioni ESC/Il Foglio con la prefazione del maestro del cinema Ernesto Gastaldi (sceneggiatore di C’era una volta in America e Pizza Connection) ora anche su:

Comments are closed.